Contatti

lunedì 15 luglio 2019

Saluti.

 La mandra a testa bassa
Lungh'esso il corso passa.
 
  A 'nn'angulu   'mpalatu
Cce sta nu niuru cane 
Chi vorra ssalutatu 
Ppecchì lle duna...ppane.

  ' U muntune le fa 'nna rivirenza 
'E piecurelle puru;
Ma pue: -Nullu te penza -
Dicenu - sta sicuru -
 
     Oje te salutamu;
Ma, si vo'  Ddiu, demane,
Si' cane e tte chiamamu 
Tricientu vote cane!

                                         5 novembre 1934

mercoledì 10 luglio 2019

' A bumma


'Nu 'grise vilacchiune e scilliratu
De notte a Catanzaru era scinnutu,
Ed a ru ponte nuostru cchiù pprigiatu
'Na bumma cantarigna avia mintutu.

 'U ponte chi passare avìa bbidutu
Chjne arrummanti e nnud'avìa ttrimatu 
Ppe' bia de chiru gliommaru grattatu
Stava ppe' dire a ttutti: ve salutu! 

Ma nu surdatu nuostru, pizzitanu,
vidiennu, a pprim'arbure, 'na matina,
Pinnire chira bumma de luntanu,

De curza li se junna... S'abbicina...
Acchiappa ru curtiellu ccu 'nna manu
E, ttunnizza, le strunca ra miccina!

sabato 6 luglio 2019

L'abbiviraturu

L'abbiviraturu

                                          Generale Pietru Cannistrà 


- Chin'è 'ssu Ginirale ? 
'Ntoni me disse- Quale?
-Guardati: chillu llà.
- E' Ppietru Cannistrà 

-Ah, chissu è chiru tale
Chi cce mancau  'nnu pilu,
'St'astate, pemmu abbivira
Ru cavallu a ru Nilu?

-Propiu... E ppecchì rriditi? 
-Ridu  ca moni abbivira
Ri ciucci  a Ppalirmiti!-


11  aprile 1945

venerdì 5 luglio 2019

Caccia e minte.

I Podestà ci tolsero
Un giorno tuttti i cessi.
Ad opera dei Sindaci
Or vengono rimessi.

Se i primi si chiamarono 
I Podestà dei fessi,
Questi convien si chiamino
I Sindaci dei cessi.

mercoledì 5 dicembre 2018

giovedì 13 settembre 2018

Se scigula...

Cicciu Gianani ogne matina passa
'su corzu corzu ccu 'nna pilirussa.
Cicciu fatiga ppe' un pagare tassa !

 

lunedì 3 settembre 2018

La staffetta - The Courier

The Courier
I
) Go! ) his father said to her ) and say hello
To the faroff land where I was born;
Tell her that your father loves her so,
Ill-starred though he's been, wandering forlorn.
It's of great comfort to my unkind fortune
If you go see Decollatura.

V. Butera was born in Conflenti.

VITTORIO BUTERA
Vittorio Butera was born in Conflenti on December 23, 1877. He began very early to compose verses in dialect (Larvas of a fifteen-year-old], but his vein exploded as he returned from La Spezia where he had been sent to study, after meeting Michele Pane (1988). His first poems were of a sentimental nature. Certainly not culturally deprived (he had a degree in engineering), one might say that he almost invented a language suited to the moral fable, in keeping with the lessons he learned from Aesop, Phaedrus, La Fontaine, Trilussa. An official of the Civil Engineering Corps of Catanzaro,
he died March 25, 1955.

Convivio.




lunedì 16 aprile 2018

La poesia di Vittorio Butera.

 

La poesia di Vittorio Butera


La poesia di Vittorio Butera, per tanti di noi, ha il potere magico di riportarci indietro nel tempo " A ttiempi e mo luntani un sse sa qquantu ", " a ri felici tiempi e quatraranza " quando " a nanna filava chianu, chianu 'tramente me cuntava 'nna rumanza". Essa ci dà la possibilità di rituffarci nel passato e ritrovare e rivivere tante storie di gente e d'animali che Butera racconta con lo stesso linguaggio, lo stesso tono sommesso dei nostri avi e, come allora con una morale già implicita nel racconto.
Con lui si ha l'impressione di accompagnarci a un vecchio amico che ci prende per mano, e, con un sorriso bonario, ci guida tra i luoghi del paese a lui familiari, raccontandoci fatti, descrivendoci paesaggi, facendoci conoscere persone , animali e cose.